Stampa

 

 La situazione in Mozambico

"Il Ciclone Idai, infatti, ha investito in modo terribilmente violento il Mozambico: le notizie sono ancora frammentarie, ma mentre il bilancio ufficiale delle vittime è salito a più di mille, lo scenario certificato dalle autorità del Paese e dai soccorritori sembra ben più pesante. La città di Beira, affacciata sulla costa orientale, è stata completamente distrutta dall'onda di piena provocata dalla rottura di una diga: le immagini mostrano case abbattute e il centro cittadino completamente allagato. Si teme, perciò, che il bilancio possa essere uno dei peggiori della storia, con 500.000 persone coinvolte, mentre fiumi e mari continuano a restituire corpi galleggianti. Molti villaggi dell’entroterra sono stati completamente spazzati via e migliaia e migliaia di persone sono rimaste senza un’abitazione".

 

L’attività della Croce Rossa sul campo

"La devastazione in Mozambico è enorme, così come i bisogni. La Federazione e la Croce Rossa del Mozambico, hanno lanciato una raccolta fondi per circa 8,8 milioni di euro, al fine di sostenere circa 75.000 persone. I nostri team internazionali, a supporto e in collaborazione con la Consorella africana, stanno distribuendo forniture di alloggi per le famiglie colpite e cloro per purificare l’acqua. Ma sono necessarie più risorse e la Croce Rossa Italiana è pronta a fare la sua parte". Lo ha detto il Presidente NazionaleFrancesco Rocca, sul sito ufficiale www.francescorocca.eu